logotype
AddThis Social Bookmark Button
image1 image2 image3 image4 image5
Rassegna Stampa
FAUSTO MESOLELLA: TOCCAR LE CORDE COME UN CANTO ALLA DURATA PDF Stampa E-mail

...e mi venne così di descrivere / la sensazione della durata / come il momento in cui ci si mette in ascolto / il momento in cui ci si raccoglie in se stessiin cui ci si sente avvolgere/ da cosa? da un sole in più / da un vento fresco, / da un delicato accordo senza suono / in cui tutte le dissonanze si compongono e si fondono insieme.   Peter Handke


La saletta del Baluardo Velasco che, con i suoi cento posti, consente di assaporare al meglio le parole e le note dei suoi ospiti e che già si è affermata all'attenzione degli amanti della musica, del teatro, della pittura e della letteratura grazie a una programmazione attenta alle vecchie come alle nuove generazioni, ospiterà il 15 e il 16 dicembre un evento di assoluta magia: un Récit per sola chitarra e voce di Fausto Mesolella. Come un canto alla durata, come un ...

 

 
LA PASSIONE DEL “NOI” E IL CONFLITTO, IL MONDO DI GIORGIO GABER. DUE PAROLE SUL SAGGIO DEL PROF. CLAUDIUS MESSNER PDF Stampa E-mail

"Sono un uomo che ci crede ancora...sono malato di conoscenza, di voglia di cambiare le cose... Forse è da lì che ciascuno di noi dovrebbe ripartire, dall'individuo e dalle sue contraddizioni." Giorgio Gaber (1984/1998)

La realtà, lasciò scritto Bertolt Brecht nei suoi pensieri sull'arte e la letteratura (oltre che nei suoi testi poetici e teatrali), ha più forme di quante ne possa inventare la poiesis dell'uomo, e di quelle che la "modernità", in particolare, ha pensato e agito per creare un uomo e una società nuovi. Questi, specie nel Novecento, il "secolo breve", ci ha provato (sintetizziamo e per approssimazione), fallendo, infatti, in modi diversi (ma il secolo breve avrebbe anche di che difendersi di fronte a un tribunale!). Sono le prove delle grandi guerre e delle rivoluzioni rosse, nere, gialle e bianche; quelle dei blocchi contrapposti e degli equilibri del terrore o quelle degli ecumenismi etico-religiosi fondamentalisti, e di segno diverso; quelle tecnologiche e ideologiche della prima e seconda (post-fordista) industrializzazione o quelle che fanno appello al diritto, ai diritti e ai diritti fondamentali, etc.

 

 
MARSALA, LA CULTURA AL TEMPO DELLA CRISI: LA SFIDA DEL ‘BALUARDO VELASCO’ PDF Stampa E-mail

Le antiche mura della città di Marsala. Create per difendere e preservare, ma anche per accogliere e dare opportunità e spazi nuovi alla cultura e all'arte. Da qui prende il nome "Baluardo Velasco", uno spazio teatrale ma anche un'associazione autofinanziata, voluta e gestita da un piccolo gruppo di cittadini marsalesi, che ha raccolto una grande sfida ovvero offrire un posto aperto alla città, da sperimentare e arricchire con la musica e il teatro. Un'esperienza recente, nata a febbraio di quest'anno, che ha già occupato un suo particolarissimo posto nella realtà culturale cittadina: "Vorremmo cercare di offrire alla gente un tipo di linguaggio diverso da quello più diffuso del cabaret e non è facile....

 
PERGAMENA PIRANDELLO 2012” ALL’ASS. CULT. “BALUARDO VELASCO PDF Stampa E-mail

E’ nata da meno di un anno, ma ha già cominciato a raccogliere consensi ed importanti riconoscimenti: l’Ass Cult. “Baluardo Velasco” ha vinto la “Pergamena Pirandello 2012”, e sarà premiata, insieme ad altri importanti nomi della cultura e dello spettacolo, il 21 luglio, in C.da Caos, proprio accanto alla casa natale di Luigi Pirandello.

 
GIANMARIA TESTA IL CAPOSTAZIONE CHE OSSERVAVA PICCOLE COSE E PENSAVA POESIE PDF Stampa E-mail
"Da una canzone voglio gratuità generosa come da una poesia, ... e non me ne importa nulla del mercato... chi vuol tentare di rendere fruibile una canzone commette sacrilegio" Conosco musica e parole di Gianmaria Testa, l'orafo che cesella poesie in musica come filigrane, da tempo, tanto tempo, quando in Italia i suoi concerti in penombra, solo con chitarra, un calice di vino e racconti di vita erano perle rarissime e la eco era lontana. 
 
INTERVISTA A GIUSEPPE PAMBIERI: DAL TEATRO POETICO DI STREHLER AL GENIO SREGOLATO DI CLAUDIO FORTI PDF Stampa E-mail
 Un Giuseppe Pambieri in ottima forma, fresco dei suoi 68 anni festeggiati domenica, ha incantato il pubblico del Baluardo Velasco in ben due spettacoli, portando in scena con maestria ed esperienza la "Metamorfosi" kafkiana. Pambieri ha anche incontrato i ragazzi del laboratorio teatrale del Velasco, parlando con loro di come si supera la timidezza, di quanto sul palco si diventa "leoni", di quanto "qui posso fare quello che voglio", di Giorgio Strehler e del suo teatro poetico, di quanto questi fosse diverso da Ronconi, molto più sperimentale, che studiare e informarsi per calarsi in una parte è importante per un attore di teatro. Lo abbiamo incontrato per l'occasione e ci ha raccontato un po' di lui, dei suoi oltre 40 anni sui palchi d'Italia. Dal Piccolo Teatro di Milano ne è passato di tempo. .....
 


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information